Spesso una delle prime domande che ci viene posta dalle coppie in visita è : “ma da voi è meglio fare il pranzo o la cena ? ” La risposta in realtà è molto articolata.

Innanzi tutto Villa Elvira Vaselli dà l’esclusiva giornaliera e quindi dalla mattina (anche presto se servisse) fino alla notte inoltrata la struttura può essere a vostra disposizione.
Di norma quel giorno vi è pure un rito religioso o civile (reale o simbolico) e quindi una scaletta oraria (timetable-timing) va studiata in anticipo e su questo punto vi possiamo dare la massima flessibilità non imponendovi orari in entrata o in uscita. Il ricevimento inizia infatti con l’arrivo dei primi ospiti e termina quando voi lo riterrete opportuno. Sette ore di tempo per il vostro ricevimento sono in genere sufficientissime, ma se poi quel giorno ci fosse bisogno di un extra time, pagando una quota “umana” tutto va a posto.

Ma torniamo alla domanda iniziale : meglio il pranzo o la cena ? La risposta è : dipende!

Da noi il panorama principale è lo splendido affaccio sul lago, godibile e dal giardino è ancor di più dalla sala vetrata. Vista notevole sia di giorno che di notte.

 

Con un ricevimento di giorno, guardando il lago avrete il sole alle vostre spalle, a favore … di foto, e noterete come il lago diventi uno specchio del cielo e illumini in maniera accresciuta e continuamente diversa tutto ciò che vi circonda regalandovi, a volte quando meno ve lo aspettate, il fascino di vedere scorci riflessi sulle sue acque. Poi, al tramonto, girandovi verso il mare avrete nuovi colori anche questi riflessi, e che in poco tempo vedrete sfumare dal giallo al rosa passando dai toni dell’arancione e del rosso. Un altro spettacolo ! Da Ottobre a Maggio avrete anche la possibilità di vedere il sole scendere nel mare.

 

Con un ricevimento di sera in realtà vi godrete tre declinazioni di panorama: giorno, tramonto, notte. Scoprirete che di notte il lago continuando ad essere illuminato dalle stelle risulterà più chiaro dei monti che lo cingono. Ospiterà i riflessi variegati di molte luci di finestre e lampioni di fronte a voi. Riflessi non puntini formi, ma scie verso i vostri occhi, o fini e lunghe, o corte e soffuse, a seconda dell’umidità dell’aria. E poi, ciliegina sulla torta, potreste avere il massimo : la luna che sorge . 

Attenti al punto in cui comparirà sul cratere vulcanico! In pochi secondi vedrete dapprima un tenue chiarore, poi comparire e crescere il disco lunare con le chiome degli alberi stagliate contro, la luna giallo-aranciata staccarsi velocemente verso il cielo. Cinque minuti dopo vedrete la luna riflettere i suoi raggi nel lago e questi correre verso la riva a voi sottostante. La luna alzandosi nel cielo notturno tenderà a diventare sempre più bianca e parimenti il suo riflesso sul lago da giallo diventerà argenteo e se c’è un po’ di vento vedrete come un fiume scintillante. Dopo una trentina di minuti osserverete che la scia della luna sul lago comincerà a tornare indietro per poi trasformarsi in un riflesso ovale, quasi un occhio di bue, che vagherà lentamente verso destra rimpiccolendosi mano mano per poi scomparire. Resta una luna pallida in cielo, in alto, a correre verso il mare dove poi tramonterà. In tutto questo la Luna è come una primadonna al teatro che fa la sua comparsata . E nell’anfiteatro tutto si raddoppia : acqua, terra e cielo sono di fronte a voi, rispetto all’orizzonte del vostro sguardo sono sia sopra che sotto.

A Villa Elvira Vaselli c’è chi sceglie la data del proprio matrimonio consultando come prima cosa il calendario lunare per avere un sorgere della luna, spesso quasi piena, e dopo il tramonto ma durante le ore del ricevimento. Un fantastico regalo per se ed i propri ospiti che non costa nulla.

E se osservate il tutto dalla sala, per il rincorrersi delle vetrate e degli specchi, di notte ancor di più, vedrete degli scherzi di luce riflessi, che vi potrebbero indurre a riflessioni “ filosofiche” sulla vita .

In definitiva per il panorama : ok di giorno, ok di sera e ok ok di sera se c’è la luna giusta.

E per il clima …… Pranzo o Cena ?

Non è un caso che a Castel Gandolfo e a Nemi ci siamo tanti centenari e che la residenza estiva del Papa sia qui. Il problema caldo da noi non esiste! Qui di caldo non morirete mai!
Siamo a 400 metri di altitudine, sull’orlo superiore di un cratere vulcanico, con un monte di fronte , un lago sotto, il mare non lontano alle spalle. La circolazione dell’aria è assicurata anche nelle giornate più torride.
Il lago contribuisce positivamente ad un miglior clima con il fenomeno dell’inversione termica restituendo la temperatura acquisita dai raggi solari con un ritardo rispetto a quella dovuta all’irraggiamento attuale, attenuando di fatto il caldo del giorno ed il fresco della notte.
Nel giardino principale due immensi pini assicurano la massima ombra proprio nelle ore centrali quando il sole picchia di più.
La sala panoramica vetrata, climatizzata come tutti gli interni con pompe di calore, già all’ora di pranzo non ha fenomeni tipo “effetto serra”.

Certo un po’ di attenzione va posta nel la stagione fredda. Se di giorno anche in inverno non è da escludersi a priori lo svolgere la parte a buffet in giardino, con il calare del sole da Novembre ad Aprile, fuori , potrebbe fare un po’ troppo fresco. Sono comunque previsti funghi riscaldanti.
E se piove ?
Sicuramente la probabilità di pioggia è più alta nei mesi freddi. Quando piove il ricevimento deve essere svolto all’interno della villa. Gli spazi ci sono! La gestione tra la Sala Panoramica delle vetrate al piano terra e la Sala della Terrazza Coperta al primo piano è flessibile in funzione dei momenti del ricevimento e del numero degli ospiti, con un occhio sempre al meteo per approfittare di eventuali schiarite e per non farsi cogliere impreparati. Questa villa se poi piove ha una cosa ottima : con le sue vetrate continuate ad aver luce, anche di notte; non avete mai l’ impressione di mangiare al chiuso.

Giorno? Notte? …….. abbiamo parlato di Orari, Panorama, Clima, e ………ora parleremo di aspetti psicologici e logistici !?

Psicologia : … la “ sindrome da Sabato del Villaggio “. La gente vive in prospettiva. Siamo tendenzialmente più felici il sabato sera che precede la festa, rispetto alla domenica sera che precede il ritorno alla settimana lavorativa. Vale pure nella testa dei vostri ospiti. Quindi tendenzialmente è preferibile un ricevimento serale durante la settimana e diurno solo la domenica o nei giorni festivi.

Logistica. Per i vostri ospiti cosa vuol dire venire al vostro ricevimento ? Da dove e come vengono ? Abitano vicino o lontano ? Devono pernottare ? Per venire devono rinunciare a ore o giorni lavorativi ? Sono tutte domande che gli sposi si devono porre e possono far optare per una certa data e per un ricevimento a pranzo o a cena. I ragionamenti da fare sono tanti. Ne facciamo uno solo a titolo di esempio : ospiti che vengono da un raggio tra i 100-200 chilometri da Roma. Il pranzo di domenica è forse la soluzione ideale perchè potrebbero partecipare senza dover necessariamente pernottare.

Altro ci sarebbe da dire? Probabilmente Sì.

Scriveteci!